Skip to content


FUORISTRADA al Cineclub Arsenale

MARTEDÌ 13 MAGGIO ore 20.30 presso il CINECLUB ARSENALE

FUORISTRADA

un film documentario di Elisa Amoruso

 

Pino è un meccanico e un campione di rally che decide di diventare donna e di chiamarsi Beatrice.

Sulla strada sterrata della sua transizione, incontra Marianna, una donna rumena che accetta la sua identità, della quale s’innamora e che decide di sposare, entrambe vestite da sposa. Pino/Beatrice è sia moglie che marito, e sia padre che madre per il bambino di Marianna, che decide di adottare. Questa è la storia di un amore, che unisce una famiglia non convenzionale, in un paese troppo convenzionale.

Intervengono:

Regina Satariano (Consultorio Transgenere, Torre del Lago), Giovanni Mainetto (UAAR), Carlotta Monti (ArciLesbica Pisa).

INFOCinema Arsenale | Vicolo Scaramucci – 56100 Pisa | Tel. 050.502640 Fax: 050.20143 | e-mail: arsenale@arsenalecinema.it

 pisa@arcilesbica.it

Posted in eventi a pisa.

Tagged with , , , , , , .


Distretto di Economia solidale e Festa del Presente

Sabato 10 e domenica 11 Maggio

DISTRETTO DI ECONOMIA SOLIDALE e FESTA DELLA SOLIDARIETÀ

 In quest’occasione, saremo in piazza con uno stand informativo di ArciLesbica Pisa.

Potrai incontrarci, conoscere meglio l’associazione, chiedere informazioni sulle nostre attività, prendere il materiale informativo che distribuiamo… o anche solo fermarti a parlare con noi e farci le domande che ti vengono in mente.

 

Cercaci in piazza! 

Posted in eventi a pisa, Senza categoria.

Tagged with , , , , .


Comunicato in sostegno al Distretto 42

Il 15 Febbraio il Municipio dei beni comuni ha liberato uno spazio importante per la cittadinanza.
Un luogo lasciato al degrado per quasi vent’anni, situato nel quartiere di San Martino, nel cuore della città.
Ad oggi, moltissime persone hanno visitato i quasi 8000 mq di giardino e 4000 mq di superficie coperta del Distretto 42, partecipando alle numerose iniziative proposte.
Il distretto, luogo un tempo militare, abbandonato all’incuria, è ora all’inizio di una riconversione pacifica e nel segno della partecipazione.

Questo è uno dei posti in città che impone di proseguire nel complesso discorso sulla gestione degli spazi urbani, che ci rimanda alle esperienze dell’Ex-colorificio ora sgomberato e al Teatro Rossi Aperto, restituiti al pubblico grazie alla preziosa opera volontaria di una rete di soggetti che credono fortemente in una modalità altra di partecipazione e costruzione dal basso, scevra da vincoli economici o di potere.
Il valore del Distretto 42 risiede nel coinvolgimento di tutte le cittadine e cittadini, singoli o aderenti a collettivi ed associazioni, nel proporre pratiche alternative di comunità, nel mettersi insieme e fare rete, nel disseminare saperi e cultura.
Questo luogo acquista senso, dunque, nella sua funzione di bene comune, a servizio della collettività tutta. Un bene di e per le cittadine e i cittadini.

ArciLesbica Pisa si è posta negli anni all’interno del dibattito sugli spazi urbani di socialità e sulla formazione di una cittadinanza consapevole, collaborando con il progetto Rebeldia, prendendo parola riguardo alla gestione di spazi sociali quali la Leopolda, vivendo spazi di democrazia reale come il Distretto 42, il T.R.A., il C.S.A. Newroz.
Per questo ci sembra necessario esprimerci chiaramente anche oggi, per difendere uno spazio che si prospetta come opportunità di crescita collettiva. Riqualificare spazi urbani abbandonati proponendo laboratori condivisi di socialità in cui confrontarsi e crescere nel segno di una pluralità di differenze è un modo di amministrare la città che ci piace e ci somiglia.
A maggior ragione in un momento di crisi che investe anche l’ambito abitativo, ci sembra indispensabile sostenere percorsi partecipati dal basso e restituire immobili alla cittadinanza intera, abbandonando la logica del profitto, della privatizzazione e della speculazione, in favore dell’aggregazione sociale.

«Se si sogna da sol* è solo un sogno, se si sogna insieme è la realtà che comincia.»

Posted in comunicati.

Tagged with , .


Texture – Circostanze d’amore

MERCOLEDÌ 2 Aprile ore 17  SMS Biblioteca comunale di Pisa

presentazione del libro

TEXTURE – Circostanze d’amore

di Marc De’ Pasquali

Introdurranno la presentazione Melanie Gliozzi, Annastella Giannelli e Carlotta Monti, alla presenza dell’autrice Marc De’ Pasquali.

Caterina Simonelli e Irene Serini accompagneranno la presentazione del romanzo leggendone alcuni brani.

L’iniziativa è promossa e organizzata dalla Associazione Casa della donna e da ArciLesbica Pisa in collaborazione con il Comune di Pisa e Pacini Editore.

***********

«Mia cara Alina Amidei,
domenica, intanto che lei mi scriveva, patatrac, la pensai. Perché mai?»

«Cara Musil,
piace anche a me, moltissimo, la nostra scombinata corrispondenza, E i bei pezzi di narrativa che mi manda. E anche il reciproco mistero dei corpi, questo svelarsi a poco a poco senza conoscerci.»

Trovata per caso in un archivio svizzero la storia d’amore fra due donne non più giovani che, grazie a un premio letterario, prima si sono scritte dandosi del lei, poi telefonate, infine incontrate e, passando al tu, amate.
Una sui 55 anni, sposata, separata, docente universitaria, propensa a vivere sino a cent’anni; l’altra sui 60 anni, ginandra, isolata, nullafacente, propensa al suicidio…
Dopo una separazione drammatica in Viet Nam, nel ricongiungersi, la morte.

Marc De’ Pasquali nasce nel 1944 a Milano e risiede a Casciana Terme. Ha pubblicato “Biondo Spinto” (Tartaruga), “I cani non abbaiano a Polina” (Chiocciola), vari racconti in antologia, poesie, articoli d’arte e letteratura per quotidiani e riviste italiane e straniere.
Nel 2004 la Biblioteca Cantonale di Lugano le ha intitolato un fondo contenente editi, inediti, diari, epistolari, acquerelli, filmati, foto.
Texture è il terzo classificato della prima edizione del premio letterario per romanzi inediti “Edizione Straordinaria”.

INFO: pisa@arcilesbica.it
mob. +39 329 32 27 417

Posted in eventi a pisa, Senza categoria.


Le cose cambiano? Tre modi per cambiarle

 

Chiara Reali della redazione de Le cose cambiano e  Elena Tebano giornalista del Corriere presentano: Le cose cambiano – un sito e un libro con lo scopo di ricordare a* teenager LGBTI che non sono sol*, e che le cose per loro cambieranno, in positivo.

Lorenza Soldani e Ingrid Lamminpaa ci racconteranno la loro storia che presto sarà un film Lei disse sì: un frammento di Italia, di boschi e laghi svedesi, una festa dove il menù di nozze è a base di diritti civili.

Francesca Talozzi, Carlotta Monti e ArchiviLGBTQ – dopo un anno di lavoro: nasce la nuova piattaforma di condivisione per le fonti della storia e della memoria dei movimenti lgbtq.

per info:
www.lecosecambiano.org
www.leidissesi.net
http://pisa.arcilesbica.it/

L’evento inizia alle ore 21 e per chi lo desidera possiamo incontraci per conoscerci all’aperitivo delle ore 20.00 al caffè della Libreria Ubik
LIBRERIA UBIK  – Via dei garofani 6  – Pisa

Posted in Archivi della memoria LGBTQ.

Tagged with , , .


Love is right- 7 dicembre, Roma

LOVEIScover-fb3

Diritti senza compromessi: il tempo è questo!

Il vuoto politico, legislativo e culturale che attraversa il tessuto della società italiana è stato reso ancora più evidente dalla approvazione da parte della Camera dei Deputati di una legge farsa ispirata da ipocrisia e opportunismo.

L’introduzione dellemendamento e del subemendamento Verini e Gitti, rende incoerente e inattuabile la legge Mancino, fondamentale strumento di contrasto a tutte le discriminazioni, indebolendo la tutela penale necessaria per tutte le minoranze previste nel provvedimento. In questo modo fallisce l’obiettivo stesso della legge, quello di indicare istituzionalmente che l’aggressione e la discriminazione non possono essere legittimate in nessun modo e in nessun contesto.

Per le persone lesbiche, gay e transessuali, e per coloro che vogliono uscire dal medioevo culturale di questo Paese, l’unica strada è portare avanti con coerenza e dignità un progetto che chiede uguaglianza di diritti, riconoscimento giuridico e sociale delle relazioni, la salvaguardia dell’integrità individuale, di coppia e collettiva. Il tempo dei diritti è questo e nessun compromesso e dilazione sono accettabili.
Scenderemo nelle piazze delle città d’Italia per rivendicare un sistema di leggi che garantiscano le libertà, l’autodeterminazione, i diritti civili!

Vogliamo una reale estensione della legge Mancino che contrasti la discriminazione omofobica senza sconti per nessuno!
il matrimonio egualitario per le persone omosessuali
altri istituti che tutelino le coppie di fatto lesbiche, gay ed etero
riconoscimento e tutela della genitorialità omosessuale
il cambio dei dati anagrafici senza l’obbligo di interventi di riattribuzione dei genitali per le persone transessuali
la riscrittura della legge 40

 

VI ASPETTIAMO TUTTE E TUTTI A ROMA SABATO 7 DICEMBRE!

Appuntamento ore 15.00 in Piazza SS. Apostoli, Roma.

Associazioni promotrici:
AGEDO – Associazione Genitori di omosessuali
ARCIGAY – Associazione LGBT italiana
ARCILESBICA – Associazione nazionale
CERTI DIRITTI – Associazione radicale
EQUALITY ITALIA
FAMIGLIE ARCOBALENO – Associazione genitori omosessuali
MIT – Movimento Identità Transessuale

Posted in AL nazionale, comunicati, comunicazioni, eventi fuori pisa.

Tagged with , , .


casaLIBERAcasa#NADIYA

Mercoledì 3 Luglio, ore 19
Apericena di autofinanziamento per la Casa della Donna,
a seguire proiezione del videodocumentario:

NADIYA

di Chiara Tarfano e Francesca Di Palma

 

Saranno presenti le autrici, le rappresentanti dell’Associazione Badanti Nadiya di Ferrara e l’Associazione ADMI (Amiche dal Mondo Insieme).

L’iniziativa è all’interno del programma estivo CasaLIBERACasa, organizzata da Casa della Donna e ArciLesbica Pisa.

A Ferrara e provincia sono presenti tra le 4500 e le 5000 badanti, una percentuale molto elevata considerando la popolazione Italiana residente su questo territorio. A Ferrara la qualità della vita e la vita media sono molto alte. Gli anziani vivono a lungo e le famiglie hanno sempre più bisogno di un’assistente familiare. In tutta Italia arrivano molte donne, proveniente dall’Europa dell’Est. Arrivano con la speranza di mettere da parte dei soldi per mantenere la propria famiglia nei loro paesi d’origine. Alcune di loro si ammalano, si ammalano di tumore, di leucemia e non possono realizzare i loro sogni e quelli dei propri cari. Tutte quelle che si ammalano perdono il lavoro. Tutte quelle che si ammalano non possono tornare a curarsi nel loro paese perché non hanno i soldi per coprire le spese sanitarie necessarie. Tutte quelle che si ammalano hanno difficoltà a trovare un posto dove stare. La casa d’accoglienza Nadiya è un luogo che ospita donne malate e in difficoltà economiche ed è gestita prevalentemente da volontarie, ucraine e russe.

 

Posted in comunicazioni, eventi a pisa.

Tagged with , , .


CasaLIBERAcasa – Estate 2013_Serate nel Giardino della Casa della Donna

Posted in comunicazioni, eventi a pisa.

Tagged with , .


FuoriOnda#3- Favolose narranti

ArciLesbica PisaCasa della Donna e Omofonie.it
presentano:

FUORIONDA#3 Favolose narranti

Venerdì 7 giugno 2013 alle ore 18, presso la Casa della Donna
alla presenza dell’autrice, Porpora Marcasciano

«Noi trans siamo migranti
in tutti i sensi, migranti di genere e in genere,
verso un corpo più nostro,
verso un paese più familiare,
verso una terra meno ostile.»

Questo libro ricostruisce attraverso il racconto e le testimonianze, l’esperienza transessuale nel nostro paese, il suo mutare nel tempo, ma soprattutto l’emergere del fenomeno nella sua odierna complessità.
Ai racconti delle protagoniste che ci offrono un’immagine nitida della realtà transessuale in Italia, facendone emergere i risvolti umani, sociali, psicologici, politici, si affiancano gli interventi di alcuni testimoni privilegiati che affrontano i principali nodi problematici dell’esperienza trans: il rapporto con il mondo gay, con il femminismo e il lesbismo, con i servizi e l’inserimento sociale e lavorativo, con lo spettacolo, con la scienza e la medicina.
Un libro che smonta pregiudizi, semplificazioni, strumentalizzazioni politiche.

 

Porpora Marcasciano sociologa, vive e lavora a Bologna, impegnata nella difesa dei diritti di trans* su* quali ha svolto numerose ricerche. È presidente del M.I.T. (Movimento Identità Transessuale).
Tra le pubblicazioni: Tra le rose e le viole (2002). Antologaia. Genere, sesso e cultura degli anni Settanta (Il Dito e la Luna, 2007).

Posted in Archivi della memoria LGBTQ, comunicazioni, eventi a pisa.

Tagged with , , , .


FuoriOnda#2- Il gioco delle parti

ArciLesbica Pisa, Casa della Donna e Omofonie.it 
presentano:

FUORIONDA#2 Il gioco delle parti

Venerdì 31 maggio 2013 alle ore 18, presso la Casa della Donna
alla presenza dell’autrice, Laura Schettini


Il volume Il gioco delle parti. Travestimenti e paure sociali tra Otto e Novecento di Laura Schettini, pubblicato da Le Monnier è un’opera che affronta il tema del travestitismo nell’Italia di fin de siècle.

Con la capacità di rendere eloquenti un ventaglio di fonti differenti – dagli archivi di polizia alla stampa quotidiana, ai manuali e trattati scientifici ai resoconti analitici della scienza positivista, alle fotografie scientifiche – Laura Schettini interroga in che modo nuovi attori sociali, dalle donne nuove agli omosessuali, ricorrano al travestitismo come pratica per costruire e svelare la propria identità e agire una sfida all’ordinamento simbolico del maschile e del femminile.

Grazie a un’analisi puntuale e rigorosa, capace di far lievitare suggestioni storiografiche diverse, dalla storia della scienza alla storia culturale alla gender history, il travestitismo si rivela occasione per scorgere il profilo di cambiamenti rilevanti nel mondo dell’editoria e della cultura scientifica, nel costume e nella società.

Su questo sfondo, emergono i conflitti tra istanze di conservazione e di rinnovamento rispetto ai modelli di sessualità e di genere che attraversano l’Italia tra il 1870 e il 1930.

Le reazioni dell’opinione pubblica, i meccanismi della pubblica sicurezza e il carattere normativo del discorso scientifico e delle pratiche della psichiatria permettono così di rintracciare storie di vita, calate in un contesto politico sociale, sensibile alle tensioni di lungo periodo, così come alle novità prodotte dall’Italia nella stagione del positivismo.

Il libro di Laura Schettini è così un esempio di una storiografia originale nei temi, nelle fonti e nella sensibilità metodologica.

Laura Schettini ha conseguito il Dottorato di ricerca in Storia delle donne e dell’identità di genere presso l’Università “L’Orientale” di Napoli. È stata docente a contratto di Storia contemporanea presso Sapienza, Università di Roma. Ha pubblicato numerosi saggi sulla storia della psichiatria, degli internamenti femminili, dei modelli di genere e della sessualità. Attualmente si sta interessando alla storia della Polizia scientifica e delle politiche di identificazione e segnalamento. È segretaria di redazione di “Genesis”, rivista della Società Italiana delle Storiche.

Posted in Archivi della memoria LGBTQ, comunicazioni, eventi a pisa.

Tagged with , , , , , .